Home / Architecture  / Rennes, crepes e vitalità

Rennes, crepes e vitalità

Dopo la nostra sosta a Bourg-en-Bresse, di mattino presto ci dirigiamo verso Rennes, il capoluogo della Bretagna. Una cittadina vivace, colorata e molto giovane. Appena arrivati incontriamo la nostra guida per un tour della città.

copertina

Dopo la nostra sosta a Bourg-en-Bresse, di mattino presto ci dirigiamo verso Rennes, il capoluogo della Bretagna. Una cittadina vivace, colorata e molto giovane. Appena arrivati incontriamo la nostra guida per un tour della città. Rennes si gira tranquillamente a piedi ma potrete spostarvi anche con la metro. Per apprezzare appieno la cittadina prendere una guida è sicuramente l’ideale.  Abbiamo fatto un giro all’interno delle mura di Rennes, ammirando le case medievali ancora intatte dopo l’incendio che ha distrutto nel 1720 buona parte della città. Le case medievali si caratterizzano per la struttura in legno e le sue facciate colorate…a terra c’erano le botteghe e sopra le abitazioni. Oggi molti locali del centro sono situati in queste case.  Merita sicuramente una visita la cattedrale di Saint Pierre, in stile gotico, ricostruita nell’Ottocento…ascoltare gli organi al suo interno è davvero emozionante. Altro luogo molto bello è la Place de la Maire, frutto della ricostruzione post incendio. I due edifici che si affacciano l’uno di fronte all’altro sono complementari, uno concavo e l’altro convesso, convergendo alla perfezione.  In questa zona troverete moltissimi locali frequentati da giovani universitari, che rendono viva e dinamica la città. Ultimo edificio da non perdere è il Parlamento della Bretagna, sempre nello stile neoclassico della Ricostruzione, molto bello anche all’interno per le sue sale affrescate. Per la cena, vi consiglio la Creperie di Saint Georges, un locale situato nel centro in una delle antiche case medievali. L’atmosfera è piacevole e rilassante e si respira l’aria di una Rennes antica e vivace anche a quel tempo. Potrete assaggiare le famose crepes e galettes (crepes realizzate con la farina di grano saraceno) nei gusti più svariati, sia dolci che salate. Sono tutte molto buone come i vini consigliati dal menu. Per dormire, leggermente fuori dal caos del centro, vi consiglio l’hotel Le MagicHall. Una location ispirata alle arti, dalla musica alla danza al teatro, ottima la colazione con prodotti bio locali.

After our stay in Bourg-en-bresse, in the early morning we set out for Rennes, the regional capital of Brittany, a lively, colorful and young town. We went sightseeing within the walls of Rennes, exploring the wooden framed medioeval houses, with shops on the groung floor and dwelling on the first floor and still intact after the fire that destroyed large part of the city in 1720.

It is also worth visiting the Saint Pierre Cathedral, in gothic style and the “Place de la Maire” built after the fire. Here you can find many bars and restaurants, popular with the young and university students, that make the town dinamic and lively. For dinner I recommend “Saint Georges” Creperie, situated in one of the old medioeval houses, where you can taste salty and sweet crepes and galettes. Here the atmosphere is pleasant and relaxing like an old times. For the night, outside the chaos if the city centre, I recommend Le Magic Hall Hotel, inspired by all arts, music, dance, theatre. The breakfast with local bio-products is partycularly tasty.

 creperie galettes-francesi hotel-a-rennes mercato-rennes rennes-centro rennes rennes1 rennes3 rennes4 rennes7

antheafashionblog@gmail.com

Review overview
NO COMMENTS

POST A COMMENT