Home / Architecture  / Una giornata nella zona di Belem, Lisbona

Una giornata nella zona di Belem, Lisbona

Secondo giorno a Lisbona, ci dedichiamo all'area di Belem. Una zona leggermente fuori dal centro che rivela la storia e la tradizione di una città antica che guarda però al futuro. Quello che ho apprezzato

1c

Secondo giorno a Lisbona, ci dedichiamo all’area di Belem. Una zona leggermente fuori dal centro che rivela la storia e la tradizione di una città antica che guarda però al futuro. Quello che ho apprezzato di più di Belem, infatti, è la sua architettura. Dallo splendido ed antico Monastero do Jeronimos passa velocemente al Museo Coleccao Berardo, moderno e perfettamente integrato al contesto. Più avanti la Torre de Belem, che affaccia nel Rio Tago fa da contrapposto al nuovissimo MAAT con un risultato perfetto di integrazione architettonica.

Appena arrivate andiamo a visitare il Monastero do Jeronimos, uno dei posti più belli di Lisbona. Magnificente e ricco, il monastero con le sue decorazioni naturali perfettamente conservate ci riporta secoli indietro, facendoci immergere nel passato e nella vita dei monaci. Questo monastero, situato sul Rio Tago, fu fondato nel 1501 in onore di Vasco da Gama e della sua scoperta delle Indie. Un luogo da non perdere a Lisbona!

30 20 19 18 16 14 13 12 9

Subito dopo ci dirigiamo alla vicina Torre de Belem, vi consiglio di pagare un biglietto unico al Monastero che comprende anche la visita della Torre, così da evitare di fare la fila due volte. Entriamo alla torre ed anche qui il tempo sembra essersi fermato. La torre, situata completamente nelle acque del Rio Tago, ci immerge nell’era delle esplorazioni ed è il simbolo della città. Un luogo suggestivo da cui ammirare Lisbona vista dal Rio Tago.

Ci fermiamo per pranzo in uno dei locali sul fiume dove troverete alcune bancarelle di prodotti tipici dove acquistare qualche souvenir. Nel pomeriggio visitiamo il Museo Colecçao Berardo, un museo di arte moderna e contemporanea che merita una visita. Ha molte sale ordinate per ordine cronologico e correnti artistiche tra cui il Dadaismo, il surrealismo,…ci sono quadri di Mondrian, Picasso, Warhol, Mirò, Fontana,…un vero e proprio percorso all’interno dell’arte in un museo moderno e molto interessante architettonicamente. Inoltre il museo è gratuito.

Da qui ci dirigiamo alla famosissima Pasteis de Belem, per una sosta alla scoperta del famoso dolce di Lisbona. C’è molta fila ma di sicuro i loro dolci sono buonissimi!

67  4

Per finire la giornata all’insegna dell’arte e dell’architettura ci spostiamo al Maat, il nuovissimo museo di arte contemporanea. Affascinante per la sua posizione sul Rio Tago e per le sue forme che ricordano il mare, questo museo è anche uno spazio pubblico, dove poter salire ed ammirare la città dal basso. L’edificio del Maat si integra molto bene con il paesaggio circostante, grazie anche alla sua superficie esterna rivestita di ceramiche calçada, che riflettono la luce durante tutta la giornataIl progetto è dello studio AL_A  Amanda Levete Architects.

Vi ricordo che siamo arrivate a Lisbona con i comodissimi voli di Tap Portugal, trovate tutte le info sul sito.

3

3c 4a2 1

antheafashionblog@gmail.com

Review overview
1 COMMENT

POST A COMMENT