Home / Architecture  / Lisbona tra antico e nuovo

Lisbona tra antico e nuovo

Lisbona è colorata, vivace, multietnica. Ho passato un weekend nella capitale portoghese e ne sono rimasta completamente affascinata. Lisbona è una città accogliente ed intrigante che merita di essere visitata anche in tre giorni. Grazie

23

Lisbona è colorata, vivace, multietnica. Ho passato un weekend nella capitale portoghese e ne sono rimasta completamente affascinata. Lisbona è una città accogliente ed intrigante che merita di essere visitata anche in tre giorni. Grazie ai voli giornalieri di Tap Portugal, compagnia di bandiera portoghese di ottima qualità, in sole due ore e mezza di volo sarete a Lisbona dall’Italia. Il servizio di Tap è eccellente, comodità in viaggio, design curato e gentilezza delle staff. Inoltre sono molte le tariffe proposte per voli dall’Italia molto convenienti, le trovate sul sito. Sono comodissimi anche gli orari dei voli da e per l’Italia che vi consentono di non sprecare giornate ed arrivare a Lisbona per ora di pranzo e di tornare in Italia di sera. Non voglio dirvi altro di Tap portugal perché nei prossimi giorni vi racconterò tutto nel dettaglio con un altro post :)

Per girare la città ho scelto un look comodo, jeans skinny, sneakers e un cappotto glamour per dare un tocco di colore ed eleganza di Lidia Cardinale, preso su HSE24 .

11

Di mattina partiamo dal nostro hotel (il Sana Lisboa Hotel, molto comodo per la sua posizione vicina sia all’aeroporto che al centro) e ci dirigiamo in centro. A Lisbona ci si muove benissimo sia con la metro che con i tram, simbolo di questa città. Prima sosta al Convento do Carmo, un luogo splendido che merita assolutamente una visita. Questo Convento, fondato nel 1389 crollò parzialmente con il terremoto del 1755. Ad oggi grazie anche all’intervento di restauro, ci troviamo all’interno della chiesa che non ha più la copertura di nessuna delle tre navate. Un luogo suggestivo, che ci fa perdere lo sguardo sulle arcate gotiche che sembrano sfidare i principi statici. Molto interessante è anche il museo annesso.

2 4 9 10 15 16

Da qui ci dirigiamo verso il Museo do Chiado, situato non lontano dal convento (la fermata della metro è Baixa-Chiado).  Il museo è sito nell’antico convento di Sao Francisco ed è molto interessante camminare all’interno del museo cercando di cogliere antichi elementi architettonici del convento, che sono stati lasciati a vista in alcune sale. Il museo offre 5 mostre temporanee di fotografia ed arte moderna e contemporanea.

Per pranzo, proprio di fronte al Museo do Chiado ci sono moltissimi bar e bistrò. E’ bello pranzare fuori e respirare un po’ di aria portoghese. Questi bar infatti sono affollati anche dalle persone del posto in pausa pranzo.

3 12 17

Dopo pranzo andiamo a prendere il famoso Tram 28 a largo Martim Moniz (il capolinea). Riconoscerete facilmente la fermata del 28 per la lunga fila di turisti in attesa. Ma non fatevi prendere dallo sconforto, i tram passano molto spesso ed il tram 28 è uno dei modi migliori per vedere Lisbona. Arrivato il nostro turno ci sediamo, prendiamo posto vicino al finestrino e decidiamo di rimanere su fino al prossimo capolinea. Se volete vivere a pieno questa città siete nel posto giusto, il 28 infatti passa nel quartiere dell’Alfama, uno dei quartieri più caratteristici della città. Affacciatevi dal finestrino e vi ritroverete con gli occhi di un bambino divertito a passare in vicoli strettissimi fatti di case azzurre rivestite dalle tipiche azulejos o a percorrere salite ripidissime per arrivare nei punti più alti della città fino al castello de Sao Jorge. Da qui dei scorci dai colori meravigliosi si presenteranno ai vostri occhi: una splendida vista sul Rio Tago e sui tetti rossi di Lisbona vi riveleranno le architetture e l’urbanistica della città. Arrivati al capolinea, risaliamo sul tram per scendere a Praca do commercio, con gli occhi ancora pieni di colori di quella città così affascinante.

6 7 13 19 20

La Praca do Commercio è la più famosa della città, simbolo della sua storia. La sua forma chiusa su tre lati si apre sul rio Tago e ci immerge nell’era delle esplorazioni, con Vasco da Gama. Intorno alla piazza ci sono molti locali dove mangiare ed anche dove acquistare qualche souvenir.

Passando sotto l’arco della piazza si arriva a Rua Augusta, una via piena di negozi caratteristici e locali dove mangiare il baccalà. Vi consiglio di girare mi qualche via secondaria e fermarvi per cena. Da assaggiare il baccalà in crocchette presso la Casa Portuguesa du paste de bacalau.

1 5 14 18 21

antheafashionblog@gmail.com

Review overview
1 COMMENT

POST A COMMENT