Home / Travel  / Giardini a Bolsena

Giardini a Bolsena

La scorsa settimana ho trascorso una mattinata insolita a Bolsena, un luogo che frequento da quando sono nata e che, quindi, conosco molto bene. Nonostante la mia profonda conoscenza di questo paese medievale situato sul

3

buzzoole code

La scorsa settimana ho trascorso una mattinata insolita a Bolsena, un luogo che frequento da quando sono nata e che, quindi, conosco molto bene. Nonostante la mia profonda conoscenza di questo paese medievale situato sul lago che porta il suo nome, sono rimasta piacevolmente sorpresa dai bellissimi giardini che ho visitato grazie a Promotuscia. Luoghi nascosti, segreti e molto preziosi, che meritano di essere raccontati.

Il primo giardino è un giardino privato che si trova sulle colline poco fuori il centro abitato. Lo splendido Giardino Le Salvie, è un luogo senza tempo, un’oasi di pace. Passeggiando tra le splendide salvie provenienti da tutto il mondo si viene travolti da mille profumi differenti, che evocano emozioni.

2

Il secondo giardino che abbiamo visto è quello del  Palazzo Del Drago, la dimora storica del Principe Giovanni del Drago. Un palazzo che ha sempre celato mistero, arroccato sopra una delle porte d’ingresso del paese, la porta San Giovanni. Questa fortezza ha origini molto lontane, venne infatti costruita per volontà di Tiberio Crispo ed ancora oggi sono visibili le sue fasi costruttive.

E se parliamo di principi di certo questo posto ci fa tornare in mente le fiabe più conosciute, dove i castelli o i palazzi erano sia affascinanti che avvolti da un’intrigante mistero. Davanti al palazzo, il giardino presenta piante del luogo come le famosissime ortensie miscelate con piante provenienti da tutto il mondo. Un giardino progettato su più livelli, che si snoda dal basso verso l’alto mettendo in risalto la maestosità del palazzo. Un luogo da visitare.

4

8

5

Infine, il giardino de La Luccica è stata una vera rivelazione. Situato al di fuori del paese, in collina, questo giardino è un’esplosione di arbusti, peonie ed olivi. Il giardino, voluto dall’ing. Gian Lupo Osti, collezionista di peonie, si sviluppa intorno al casale della famiglia. Passeggiare con le donne della famiglia all’interno del giardino è stato davvero piacevole. I loro racconti ci hanno trasportato indietro nel tempo, nei viaggi di Gian Lupo di Osti in giro per il mondo, dai quali tornava spesso con semi di peonie diverse. La vista sul lago è mozzafiato, ci sediamo ad un tavolo in legno invitati dalle proprietarie e chiacchieriamo con loro mangiando gelato…saremmo stati li per ore…

0     12 13

antheafashionblog@gmail.com

Review overview
NO COMMENTS

POST A COMMENT