Home / Design  / Come creare un ambiente per lo studio in casa?

Come creare un ambiente per lo studio in casa?

Uno studio tutto per sé: come creare un ambiente per lo studio in casa? Uno studente sa che la costanza rappresenta un impegno obbligatorio per arrivare ai traguardi ambiti, ma far fronte alla propria vita didattica

study4

Uno studio tutto per sé: come creare un ambiente per lo studio in casa?

Uno studente sa che la costanza rappresenta un impegno obbligatorio per arrivare ai traguardi ambiti, ma far fronte alla propria vita didattica significa anche capire come studiare in modo proficuo a casa. Sebbene la presenza fisica nel corso delle lezioni sia determinante, insieme alla frequentazione di biblioteche e spazi adatti all’approfondimento delle materie in questione, anche l’appropriatezza dell’ambiente domestico in cui si studia è indispensabile per la propria preparazione. Da qui l’esigenza di ricavare uno spazio dedicato esclusivamente allo studio, e ciò vale sia nel caso di studenti fuori sede che possono contare su una sola camera (a volte anche condivisa), sia nel caso di chi vive in famiglia. Qualunque sia la situazione abitativa, dunque, un angolo dedicato alla concentrazione e alla produttività appare più che necessario.

 

Dove allestire uno studio tutto per sé?

La concentrazione è la prima cosa da preservare per uno studio in casa che sia efficace: ecco perché è importantissimo che lo spazio adibito a questo scopo sia allestito in una zona tranquilla. Cosa rende tale questa zona? La lontananza dal “via vai” dei familiari e da fonti di distrazione come la TV, ma anche la pace e dunque la lontananza da rumori di ogni tipo. È altrettanto importante la presenza di una buona fonte di luce naturale, soprattutto per chi studia tanto al computer, evitando di sforzare troppo la vista.

 

Come arredare l’angolo studio?

La scrivania diventerà l’universo di questi momenti, per questo è indispensabile che sia ampia, così da potersi organizzare al meglio con computer, quaderni per gli appunti, leggii e quant’altro. Se si dispone di poco spazio, mensole e librerie possono essere di grande aiuto per avere tutto il materiale necessario a portata di mano, così da non doversi allontanare ogni volta dalla scrivania e spezzare ripetutamente la concentrazione. Un aspetto da non tralasciare per nessun motivo è quello del fattore comodità: prima di ogni cosa bisogna proteggere la schiena, evitando sedute scomode e poco adatte; a questo scopo l’ideale sarebbe optare per una poltrona dal design semplice come quelle di Duzzle.it, così da sostenere la schiena durante lo studio ed evitare di assumere posture scorrette, scongiurando dolori e fastidi.

Colori e creatività

I colori sanno come stimolare il cervello a dare il meglio di sé, soprattutto quando si affrontano fasi intensive come lo studio: le tinte calde come il giallo o l’arancione sanno come tenere alta la concentrazione e la produttività, mettendo allo stesso tempo un livello adeguato di relax e positività. Anche la carta da parati può diventare un elemento utile per aggiungere non solo colore ma anche personalità all’ambiente: le fantasie geometriche aiutano la concentrazione e rendono lo spazio più originale. In questo modo le ore di studio non saranno più vissute come una costrizione e si affronterà la preparazione accademica in maniera sicuramente più piacevole.

study1 study2

antheafashionblog@gmail.com

Review overview
1 COMMENT
  • ivana split 24 marzo 2018

    ottimi consigli per creare un posto con una atmosphera motivante per studiare.

POST A COMMENT

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto