Home / Architecture  / Food & design al Fuorisalone 2018

Food & design al Fuorisalone 2018

Ricca di appuntamenti per gli appassionati del settore e per i semplici curiosi è stata la Milano Design Week, il Fuorisalone, svoltasi a Milano dal 17 al 22 aprile, con un insieme di iniziative ed

panini durini

Ricca di appuntamenti per gli appassionati del settore e per i semplici curiosi è stata la Milano Design Week, il Fuorisalone, svoltasi a Milano dal 17 al 22 aprile, con un insieme di iniziative ed eventi realizzati da aziende che operano nel settore dell’arredamento, ma non solo. Sono infatti presenti nel panorama milanese altre realtà lontane, o molto vicine, al mondo del design che tuttavia hanno partecipato con le loro idee ad animare il centro del capoluogo lombardo, proponendo momenti di incontro e allestimenti a tema nei settori della cultura, della moda, dell’arte e del food.

Qui ci concentriamo soprattutto sul tema food e su come vada veramente d’accordo con il design.

 

# Panini Durini

Panini Durini e la Galleria Deodato Arte hanno presentato il loro progetto Bites of Design, cha ha coinvolto sei artisti – Marco Lodola, Arnaud Nazare-Aga, Mr SaveTheWall, Francesco Vullo, Tanio Liotta e Tomoko – che hanno realizzato sei istallazioni inedite nei locali di Via Mercato, Corso Magenta, Via Mengoni, via della Moscova, via Orefici e Via Durini. Le opere sono rimaste in esposizione tutta la settimana. Noi vi consigliamo la visione con un panino in mano, fatti rigorosamente con pane fresco con lievito madre e farciti con ingredienti selezionatissimi. o un fumante caffè. Le opere hanno avuto tutto lo scopo di offrire uno sguardo del quotidiano in chiave pop, in linea con la filosofia del brand.

Un progetto nato dalla volontà di mettere alla ribalta gli autori e le loro opere in un contesto fuori dagli schemi e dagli spazi espositivi tradizionali, e al tempo stesso di rendere l’arte fruibile a un più vasto pubblico in un ambiente informale e accogliente in un perfetto connubio di gusto e cultura.

panini durini panini durini (2)

 

# Hug e Shockino

La pralina componibile Shockino, una delle novità più innovative di questi ultimi anni dal punto di vista del food design, è tornato al FuoriSalone in una location particolare, una ex-fabbrica di cioccolato, la G. Grassi, Hug Milano a Nolo. Fondata nel 1924, in un momento in cui Milano e Torino si dividevano il primato della produzione di cioccolato, oggi è diventata Hug Milano, “un community hub di rigenerazione urbana, luogo etico di innovazione, punto di riferimento sul territorio”, e “bistrot con spazio lavoro, eventi e hospitality in una corte dove sentirsi a casa.”

Shockino è stato da Hug per tutta la durata della Design Week, dove si sono potute acquistare in loco le confezioni. Nella serata di sabato 21 aprile, dalle ore 20.30 alle ore 23.00, i designer ideatori del prodotto hanno poi aiutato noi ed il pubblico a comporre le proprie praline personalizzate, abbinando i 18 gusti disponibili in uno dei 216 mix possibili. Infatti ogni Shockino è composto da una base, un anello ed una granella. Tutto viene realizzato artigianalmente abbinando il cioccolato, fondente e al latte, ai gusti realizzati in ripieni (ganache, confetture, marmellate e gelatine) e granelle.

schokino (2) schokino (1) hug

# Food court al Liceo Parini

In Brera, invece, all’interno del cortile del liceo Parini per tutta la durata del Fuorisalone, è stata allestita una Food Court: una vera e propria corte del cibo tra street food italiano e internazionale, piatti etnici, design delle sedute e spazi funzionali alla convivialità e innovazione sostenibile. Tra i partner presenti, anche eV-Now! con il suo Tesla Destination Tour e la “cucina trainabile” alimentata elettricamente, per raccontare nuovi stili di vita sostenibili; Heineken, che ha presentato la sua nuova lager analcolica 0.0; il progetto “Il menu della poesia”, che vede attori teatrali professionisti servire poesie ai tavoli; il Cucù Truck, che ha visto alternarsi in cucina cuoche italiane e straniere per scoprire i sapori di diverse tradizioni culinarie.

food court food court (3) food court (2)

# La Frisa Gourmet

La Frisa Gourmet è una bici cargo dal design nordico, leggero ed elegante, ed ovviamente posizionabile un po’ ovunque. Noi lo abbiamo incontrato a Brera, davanti alla Pinacoteca, poco distante dall’Orto Botanico, è chiacchierando con i due ideatori abbiamo scoperto la filosofia da wow factor di questa piccola realtà e con loro abbiamo brindato, non solo una volta.

Altri servizi extra disponibili, sopratutto per eventi o cerimonie, come accompagnamento alle bollicine sono un servizio di finger food ma anche allestimenti scenografici, come un angolo cubano con sigari e cioccolata, come sweet corner con dolcetti e confetti.

la frisa la frisa (2)

Articolo scritto da Linda F. collaboratrice del blog Anthea’s Fashion. 

Bio:  37 anni, insegnante, viaggiatrice, scrive di tutto e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, crede che sia bello partire e anche ritornare. Odiava Milano ed ora non riesce più a farne a meno. È diventata la città che può chiamare casa.

 

 

antheafashionblog@gmail.com

Review overview
NO COMMENTS

POST A COMMENT

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto