Home / Architecture  / Design zen: arredare la camera da letto in stile giapponese

Design zen: arredare la camera da letto in stile giapponese

Design zen: arredare la camera da letto in stile giapponese Vivere in un ambiente confortevole in grado di trasmettere un senso di pace e benessere: è questo ciò che dovrebbe comunicare una camera da letto secondo

Image_camera orientale

Design zen: arredare la camera da letto in stile giapponese

Vivere in un ambiente confortevole in grado di trasmettere un senso di pace e benessere: è questo ciò che dovrebbe comunicare una camera da letto secondo la filosofia zen. La frenesia della vita quotidiana richiede un luogo di calma e serenità in cui riposare e rigenerare il corpo e lo spirito. La filosofia zen in camera da letto cerca di fare proprio questo adottando uno stile minimalista e dalle forme essenziali. Il Feng Shui è la filosofia orientale che si basa sull’equilibrio: una concezione della vita che può essere trasferita anche al modo di intendere gli spazi domestici. Per farlo occorre organizzare lo spazio e arredare gli ambienti in un certo modo.

Cosa non deve mancare in una camera zen

In una camera da letto improntata a questa filosofia, innanzitutto, non dovrebbe mai mancare il parquet in legno: quest’ultimo è il materiale da prediligere per tutto il mobilio in generale. Anche il letto può essere in legno e rappresenta l’elemento fondamentale all’interno della stanza. Lo stile giapponese prevede inoltre che la struttura del letto sia bassa e di dimensioni più ampie della media. Questo allo scopo di favorire il comfort durante le ore trascorse in questa stanza e nella fase di riposo notturna. A tale riguardo di fondamentale importanza è scegliere un buon materasso in grado di conciliare il sonno. L’uso di un materasso qualunque non è ottimale: meglio scegliere materiali di qualità e approfittare dello sviluppo di nuove formule ideate per aumentare il benessere mentre si dorme. I materassi matrimoniali di Tempur, per esempio, hanno una struttura semplice ed elegante che ben si adatta allo stile zen e sono pensati per trasmettere armonia grazie al sostegno rigido e all’inalterabilità nel tempo. Un altro elemento caratterizzante i letti in stile orientale riguarda la struttura del letto, che dovrebbe rispecchiare la tradizione dei tatami giapponesi così come la presenza dei divisori in carta e bambù. Infine, anche la scelta dei colori è molto importante: meglio optare per colori delicati come il bianco, il verde chiaro o il beige.

Elementi caratteristici del design giapponese

Per quanto riguarda la concezione degli spazi, il primo elemento caratteristico del design giapponese da tenere in considerazione è la pulizia delle linee. L’arredo dovrebbe essere semplice ed essenziale senza mai cedere al caos e alla confusione. L’obiettivo è creare un ambiente domestico che elevi lo spirito verso uno stato di totale calma interiore. Non a caso, l’essenzialità del design giapponese la si ritrova anche nel design nordico. Le componenti d’arredo dovrebbero dunque essere semplici e leggere, meglio se realizzate con materiali naturali come il legno e il bambù che rimandano alla natura e alla sobrietà. La filosofia del Feng Shui fa proprio questo: organizza i mobili e l’arredo per influenzare in modo positivo il flusso del nostro umore. Questa disciplina impone alcune regole tassative, come l’assenza di angoli acuti in casa e la presenza di piante e acqua come elementi caratteristici delle stanze. Infine, la luce, al pari degli altri elementi naturali, gioca un ruolo di primo piano: dovrebbe provenire da fonti naturali, quando possibile. Infine, largo ai profumi delicati e inebrianti e agli specchi che amplificano gli spazi e annullano i confini.

Lo stile prettamente minimal del design giapponese non richiede quindi grandi sforzi: può essere facilmente replicato da tutti così da avere una perfetta camera da letto zen in grado di ritemprare corpo e spirito.

Image_camera giapponese  Image_camera zen

antheafashionblog@gmail.com

Review overview
1 COMMENT

POST A COMMENT

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto